18 Settembre 2020
Interviste

INTERVISTA AD ANDREA VIGNALI

Archivio Interviste
10-05-2017 - Intervista a Andrea Vignali
Nome: Andrea
Cognome: Vignali
Ruolo: Attaccante
Data di nascita: 13 Giugno 1991


Raccontaci la tua storia nel mondo del calcio.
" Ho iniziato a giocare a calcio da piccolo nel Tirrenia, società di Massa Carrara per poi andare a quattordici anni a Milano, sponda Inter, fino agli Allievi Nazionali. Dopo sono passato nel Sassuolo per due anni, Primavera e Serie B e quest´ultimo è stato l´anno più bello con l´esordio in Serie B e in totale, cinque presenze nella serie cadetta. Nel 2011 ero in prestito al Mantova in C2 e questa stagione rappresenta sicuramente la più brutta, con due infortuni gravi e solo quattro presenze. Dopo aver rescisso il contatto con il Mantova, ho disputato due stagioni in D con la Massese, una a Ponsacco disputando un ottimo campionato e dopo alcune richieste in Lega Pro, scelsi di andare a Parma. Io e la mia compagna abbiamo avuto una bimba, avevo l´esigenza di avvicinarmi a casa, così a metà stagione ho vestito la maglia del Jolly Montemurlo. La stagione attuale l´ho iniziata nella Massese, poi grazie al Mister, sono arrivato con voi."
Cos´è per te il calcio?
" La mia vita. Mi sa dare emozioni che solo la nascita di mia figlia mi ha dato, mi diverte, è un divertimento e quando non lo sarà più, smetterò."
Qual è il più grande insegnamento che ti ha dato questo sport?
" Mi ha fatto maturare velocemente. A quattrodici anni ero a Milano, un esame di vita possiamo definirla questa esperienza, ho iniziato ad organizzarmi da solo, a gestirmi e a rapportarmi con tante persone di età e ruoli differenti. Mi ha insegnato tanto."
Fino ad ora qual è l´emozione più bella che ti ha regalato il calcio?
" L´esordio in Coppa Italia con il Chievo, l´esordio in B a Pescara e il gol bellissimo che feci contro il Siena davanti a seimila persone."
Una partita che vorresti rigiocare?
" Massese - Tuttocuoio del 2013. Loro erano primi a pochi punti da noi, finì in pareggio ma a dieci minuti dalla fine presi il palo...vincerla voleva dire primo posto e molto probabilmente promozione in Lega Pro."
Arrivato con il mercato invernale, che ambiente hai trovato?
" Molto positivo, mai trovato un gruppo così giovane! Qui sono in una famiglia, insieme a ragazzi fantastici. Peccato solo di essermi fatto male all´esordio, ho voluto forzare nonostante non stessi bene."
Il bello di questo gruppo!
" Non ci sono "prime donne" e non c´è il fenomeno di turno...siamo tutti affamati, tutti hanno voglia di fare bene e ci vogliamo bene. Mai trovato un gruppo così!"
Una canzone da dedicare alla squadra?
" Don Omar con "Danza Kuduro", un ritmo gioioso come il nostro."
Cosa ti ha dato questa stagione?
" Negativa nella prima parte, nonostante pensavo fosse un anno fantastico, non ho dato il cento per cento. Arrivato qui a Mezzolara, per valutarmi non conto i gol ma le prestazioni e queste sono state molto positive. "
Un giocatore che ricopre il tuo ruolo deve....
" Deve essere semplicemente come Lionel Messi. Un giocatore completo che rappresenta la perfezione!"
Andrea che giocatore è?
" Incompleto, la mia carriera dice questo. Sono forte nel dribbling, ho tecnica ma delle lacune. Sono timido e chiuso, al minimo errore tendo ad abbattermi. Penso al calcio ventiquattro ore su ventiquattro, può sembrare un vantaggio ma non riesco mai a staccare la spina."
Per quale squadra tifi?
" Non tifo per nessuna squadra, ma seguo il Barcellona. Mi piace il bel calcio e sono innamorato del calcio brasiliano perché vedi proprio che si divertono in campo!"
Andrea al di fuori del calcio che ragazzo è?
" Sono un ragazzo timido, sono fidanzato ed ho una bambina. Non amo le discoteche ma mi piace stare con la mia famiglia. Non sono ancora sposato ma mi piacerebbe andare in viaggio di nozze in Brasile e per le vacanze estive abbiamo in mente di andare a Barcellona!"
Come ti immagini tra dieci anni?
" Quando smetterò di giocare non continuerò con il calcio, è un mondo che non mi piace ed io ho un carattere che non è adatto. Ci sono troppe schifezze che non mi appartengono. Mi vedo gestire un ristorante a Massa con la mia famiglia."
Sogno nel cassetto?
" Il sogno è di riuscire a giocare a pallone, magari in Serie A, non tanto per me, ma per la mia famiglia e per mantenerla. Da quando sono diventato papà, mia figlia è diventata la mia vita e verso di lei ho tante responsabilità."

Per concludere una serie di domande dalla risposta secca!
Chi vincerà la Champions League? Juventus
A chi assegneresti il pallone d´oro? Lionel Messi
Il miglior Allenatore? Guardiola
Il miglior giocatore di oggi? Sempre Messi
Roma o Lazio? Roma
Milan o Inter? Milan
Juventus o Napoli? Juventus
Un giocatore della Serie A che vorresti come compagno? Douglas Costa del Bayer Monaco
Si o no alla moviola in campo? Si
Il bello del calcio? Le emozioni che ti trasmette
Il brutto del calcio? Quello che lo circonda
Una bandiera su tutte? Francesco Totti
Quale maglia vorresti indossare un giorno?Quella del Barcellona
Uno stadio nel quale ti piacerebbe giocare? Al Maracanà

Concludiamo con un motto o una citazione!
" Il calcio è gioia. Queste poche parole rappresentano il mio pensiero sul calcio."


scritto da .

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account