20 Settembre 2020
Interviste

INTERVISTA A MATTEO SACCA´

Archivio Interviste
10-05-2017 - Intervista a Matteo Saccà
Nome: Matteo
Cognome: Saccà
Ruolo: Attaccante
Data di nascita: 19 Marzo 1994


Raccontaci la tua storia nel mondo del calcio.
" I primi calci li ho tirati nel Ponzano, squadra affiliata all´Empoli e dopo un provino organizzato da quest´ultima, sono passato nelle loro fila all´età di undici anni. Nell´Empoli ci sono restato per dieci anni terminando la mia esperienza con i due anni di Primavera; il primo è stato bellissimo, mi avevano convocato in Nazionale ma a causa di un infortunio non sono potuto andare, il secondo ha risentito dell´ infortunio ed ho avuto meno spazio. La mia prima esperienza in una prima squadra è stata in Serie D nella Pistoiese, non ho giocato tante partite ma sono cresciuto sotto molti aspetti. La stagione successiva sono passato al San Donato Tavarnelle e qui personalmente andò decisamente meglio; feci molto bene, realizzando sei gol anche se non bastarono per retrocedere con i play-out. La stagione dopo la iniziai nello Scandicci, ma a metà anno tornai a San Donato Tavarnelle per terminare la stagione. Qui arrivammo secondi, a pochi punti dalla prima e vincendo ai play-off, tornammo in D. Questa stagione l´ho iniziata nella Rignanese ma ancora per problemi societari, ho cambiato per venire qui a Mezzolara."
Cos´è per te il calcio?
" È essenzialmente e realmente la mia vita. Ho sempre avuto la palla fra i piedi! Infatti da piccolo, dopo gli allenamenti, andavo al parco per giocare con i miei amici sempre a calcio!"
Qual è il più grande insegnamento che ti ha dato questo sport?
" Di non mollare mai. I treni passano una volta sola ma con dedizione e tanta ma dico tanta forza di volontà, si possono raggiungere comunque i propri obiettivi. I sogni sono fatti per essere realizzati ed io metto sempre il mille per cento per raggiungerli."
Fino ad ora qual è l´emozione più bella che ti ha regalato il calcio?
" La convocazione in Nazionale! Stavo facendo veramente bene, e pensare che inizialmente l´Empoli non sapeva se confermarmi o meno. Feci un´ottima stagione e un ottimo Viareggio, molti giornali parlarono di me e arrivammo ai quarti battuti da una Fiorentina stellare...dico solo che Bernardeschi era in tribuna! Dopo un mese dal Viareggio arrivò la convocazione in Nazionale e sapevo che stava passando per me un treno importante. Io però quel treno non l´ho mai preso perché mi feci male poche ore prima di partire per Gorizia, sede del raduno. Domenica mattina, partita Juventus - Empoli, pochi minuti prima del fischio finale del primo tempo, feci uno scatto e mi partì il muscolo. In un millesimo di secondo ho capito che mi ero fatto veramente male e che non sarei mai partito per il raduno."
Vorresti rigiocare questa partita contro la Juventus?
" Sarei un ipocrita a dirti di no...quello scatto lo potevo evitare ma quando sei in campo non pensi, tutte le palle possono essere recuperate, anche le più difficili! Vorrei però rigiocare anche la partita casalinga contro la Colligiana dove avrei potuto far meglio dando un maggior contributo per portare i tre punti alla squadra."
Arrivato con il mercato invernale, che ambiente hai trovato?
" Per me questa è la prima esperienza fuori casa, ero entusiasta ma allo stesso tempo preoccupato. Come già detto, ad inizio stagione ero alla Rignanese e avevo affrontato il Mezzolara come avversario. Mi ero trovato di fronte una squadra che giocava un bel calcio e quando c´è stata l´opportunità di venire qui a Dicembre, sapevo che poteva interessarmi perché per me il calcio è divertimento. Qui ho trovato un gruppo favoloso, sono stato accolto come se ci conoscessimo da una vita e Mezzolara è stata una scelta che rifarei sicuramente."
Il bello di questo gruppo!
" L´ingenuità nella sua parte più bella! Siamo giovani e tutti alla pari, ci relazioniamo tra di noi sapendo che non c´è nessuno più importante o meno importante e questo mi ha colpito molto."
Una canzone da dedicare alla squadra?
" La canzone dei Gemelli diversi "Tu corri"...visto che è una delle mie principali caratteristiche."
Poche partite alla fine del campionato, cosa ti ha dato questa stagione?
" Tanto! La possibilità di farmi vedere al di fuori della Toscana, regione dove il calcio di Serie D sta "morendo" ma che qui invece, viene considerato ancora come una categoria di tutto rispetto."
Un giocatore che ricopre il tuo ruolo deve....
" ...essere un po´ atipico! Deve essere presente nella fase offensiva ma anche in quella difensiva per limitare le avanzate degli esterni, deve essere al servizio della squadra, deve saper far gol ma soprattutto mettere in condizione la punta di segnare. In poche parole è un giocatore che non deve risparmiarsi...infatti solitamente è uno dei primi ad essere sostituito perché corre in ogni momento!"
Matteo che giocatore è?
" Questo tipo di giocatore ma con alcune lacune tecniche e tattiche! Ho corsa, aiuto in fase difensiva e cerco il gol."
Una legge del calcio?
" Rigore è quando arbitro fischia!"
Per quale squadra tifi?
" La prima squadra è l´Empoli, poi simpatizzo fortemente per la Juventus grazie ad Alessandro Del Piero e a mio fratello."
Da spettatore, cosa ti piace del calcio?
" Seguo più che altro i giocatori che ricoprono il mio ruolo. Mi incuriosiscono i loro movimenti, le azioni e le posizioni che hanno durante la gara. E poi mi piacciono i tifosi, mi piace sentire che si divertono e da giocatore è bello uscire e sentire i loro applausi...è una delle parti più belle del calcio!"
Matteo al di fuori del calcio che ragazzo è?
" Sono un ragazzo particolare perché cerco spesso di scherzare ma alcune volte sono un pizzico permaloso! Mi piace uscire con gli amici quando non sono concentrato sul calcio, mi piace stare in movimento e difficilmente resto in casa. Io e la mia ragazza abbiamo origini siciliane, l´estate la passiamo in Sicilia ma quest´anno opteremo per un´altra destinazione; siamo indecisi tra Grecia o Croazia ma l´importante è essere al mare!"
Come ti immagini tra dieci anni?
" Non so dove sarò ma vorrei potermi guardare indietro ed essere orgoglioso di me senza avere rimorsi o rimpianti. Mi piacerebbe avere la consapevolezza di aver dato in tutte le occasioni il massimo."
Sogno nel cassetto?
" Ovviamente approdare tra i professionisti per riuscire a mantenere la famiglia che vorrei creare con la mia ragazza e anche per avere una vita serena."

Per concludere una serie di domande dalla risposta secca!
Chi vincerà la Champions League? Vorrei dire Juve!!!
A chi assegneresti il pallone d´oro? A Buffon per la sua carriera
Il miglior Allenatore? Antonio Conte
Il miglior giocatore di oggi? Dybala, ogni volta che prende palla mi viene da pensare "ora s´inventa qualcosa!"
Roma o Lazio? Nessuna delle due
Milan o Inter? Nessuna delle due
Juventus o Napoli? Juventus
Un giocatore che vorresti come compagno? Andrea Pirlo
Si o no alla moviola in campo? Si però senza abusarne troppo
Il bello del calcio? Segnare al 90° come ci è successo a San Giovanni
Il brutto del calcio? Quando prendi gol al 90°
Quale maglia vorresti indossare un giorno? Della Juventus è scontato ma più realisticamente dico Empoli. Vorrei esordire con quella maglia, dentro a quello stadio, davanti a quei tifosi. Sono pochi gli empolesi che hanno vestito la maglia, uno che ci è riuscito è stato Ficini, capitano per tanti anni.
Uno stadio nel quale ti piacerebbe giocare? Allo Stamford Bridge

Concludiamo con un motto o una citazione!
"Volevo dire al treno che passa una sola volta nella vita, che se ci tengo davvero me la faccio anche a piedi!"



scritto da .

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account