14 Luglio 2020
Interviste

INTERVISTA AL CAPITANO FABIO DALL´ARA

Archivio Interviste
11-10-2016 - Intervista a FABIO DALL´ARA
Nome: Fabio
Cognome: Dall´Ara
Ruolo: Centrocampista
Data di nascita: 2 Febbraio 1984


Fabio, prima di tutto, come stai dopo lo stiramento del collaterale del ginocchio?
" Sto facendo la riabilitazione in piscina poi tra pochi giorni inizierò la palestra procedendo per gradi. Non vedo l´ora di tornare in campo perché nella mia carriera ho avuto pochi infortuni e non riesco a stare lontano dal campo. Spero di essere a disposizione entro metà ottobre."
Come ti trovi nel ruolo di capitano?
" Dall´età di ventiquattro-venticinque anni ho iniziato a fare il capitano ed è un ruolo a cui sono abituato. Vedo che i compagni mi ascoltano e mi seguono. In campo sono molto esigente ma quando sono fuori, sono uno dei primi che inizia a scherzare."
Un riassunto della tua carriera?
" Sono cresciuto nel Cesena, qui ho fatto tutto il settore giovanile più due anni in prima squadra con due presenze in C1 e diverse panchine. Nel 2003 mi hanno dato in prestito al Bellaria in C2, poi ho vestito le maglie di Fano, San Marino e Poggibonsi dove ho passato gli anni più belli della mia carriera, cinque per l´esattezza, in una realtà molto simile a questa, con persone molto legate alla Società. Lo scorso anno sono venuto qui a Budrio con la maglia del Romagna Centro, mentre da luglio la indosso tutti i giorni!"
Quando il calcio è diventato una parte insostituibile della tua giornata?
" I primi anni al Cesena non mi rendevo conto ancora della situazione, molto probabilmente per la mia giovane età, poi dopo l´esperienza nel Poggibonsi fuori da casa, ho capito qual era la mia strada e che il calcio era il mio lavoro."
C´è stato un allenatore che ti ha aiutato a crescere più degli altri?
" Ho avuto tanti bravi allenatori come Castori e Iachini e mi sono trovato molto bene con Firicano, ex giocatore della Fiorentina, mio allenatore nel Poggibonsi. Un allenatore con una grande esperienza da giocatore ma allo stesso tempo umile e dedito al suo lavoro."
Fino ad oggi cosa ti ha dato il calcio e cosa ti ha tolto?
" Mi da la soddisfazione di poter dire che sono riuscito a fare quello che volevo. Certamente senza sacrifici non si ottiene nulla e questi li identifico con il tempo tolto alla mia famiglia e alla mia ragazza."
Com´è stato l´impatto con l´ambiente Mezzolara?
" Un impatto positivo e contento di vedere che la squadra è circondata da persone che ci tengono davvero a questa Società. Sono tutti pronti a dare una mano e credo che la forza del Mezzolara sia il volontariato di questa grande famiglia."
Descrivici i tuoi compagni!
" Un gruppo che ha voglia di emergere composto da ragazzi giovani e alcuni alla loro prima esperienza in Serie D. Tutti remano dalla stessa parte e c´è tanta voglia di lavorare."
Un pregio di questo gruppo?
" L´entusiasmo e la voglia di andare contro le difficoltà senza avere paura di nessuno."
Chi è il personaggio dello spogliatoio?
" Indubbiamente Carlos Quesada! Ha portato lo spirito, la carica e il temperamento spagnolo nel nostro spogliatoio ed è divertente ascoltarlo con il suo particolare accento."
Un buon centrocampista cosa deve avere...
" Da giovane ti avrei detto la corsa, ma ora che tanto giovane non sono più, ti dico l´intelligenza. Chiaramente le qualità tecniche contano ma alla base di un buon centrocampista ci deve essere la posizione, il sapersi muovere e l´essere una guida per i compagni. È lui che decide quando pressare e quando velocizzare il gioco."
Fabio che giocatore è?
" Sono un calciatore umile che pensa alla squadra e si sacrifica per la squadra. Posso dire di avere personalità, carisma e metto la mia esperienza a disposizione dei compagni."
Una partita da riscrivere il finale?
" Più che una partita, vorrei dire una scelta che cambierei. Nel 2003 arrivò a guidare la prima squadra del Cesena il Mister Castori, sentivo la sua stima, tanto che ho iniziato a giocare come titolare ma negli ultimi giorni di mercato, è cambiato il Direttore Sportivo e il nuovo DS Foschi aveva portato con sé diversi ragazzi, tra cui uno che giocava nel mio ruolo. Il Mister mi mise al corrente della situazione ed io feci la scelta che voleva la società andando in prestito in C2 per giocare con continuità. Alla fine nel mio ruolo ci giocò Pozzi e non il ragazzo portato dal DS e il Cesena fu promosso in Serie B. Forse se rimanevo al Cesena la mia carriera poteva prendere una piega diversa."
Come vivi il pre-partita?
" Prima della partita sono molto tranquillo tant´è che rido e scherzo spesso però dopo il discorso del mister e la lettura della formazione, sto con i miei compagni, soprattutto con i più giovani, per caricarli e spronarli."
La dura legge del calcio?
" Ogni domenica si gioca in undici contro undici e questo vuol dire che non ci sono partite scontate e nulla è facile."
Per quale squadra tifi?
" Sono un tifoso milanista anche sei i fasti degli anni passati sono ormai un ricordo!"
Da osservatore, cosa ti piace del calcio?
" Tutto! Sono sincero, sono un patito del calcio! Leggo le notizie, seguo i programmi sportivi e mi piace ascoltare le storie dei protagonisti, che siano giocatori o addetti ai lavori!"
L´ultima volta che ti sei esaltato davanti ad una partita?
" Per la vittoria della Nazionale ai mondiali del 2006."
Parlaci un po´ di te fuori dal campo di gioco!
" Sono un ragazzo tranquillo al quale piace stare in compagnia davanti ad un aperitivo o ad una bella cena. Ho un nipotino di otto anni al quale sono molto legato."
Un pregio e un difetto del tuo carattere?
" Sono generoso e a volte fin troppo disponibile. Può essere anche un difetto ma con il tempo, ho capito quando è il momento di fermarsi!"
Una domenica senza calcio come la passeresti?
" Non ci voglio pensare perché per me la domenica è calcio, punto. Non esiste altro. Tra qualche anno, quando avrò le domeniche libere, dovrò trovare una valida alternativa ai centri commerciali!!!"
Per concludere una serie di domande dalla risposta secca!
Chi vincerà il campionato di Serie A? Juventus
E la Champions League? Bayer Monaco
Il miglior Allenatore? Ancelotti
Il miglior giocatore di oggi? Messi
Roma o Lazio? Roma
Milan o Inter? Milan
Juventus o Napoli? Napoli
Un giocatore della Serie A che vorresti come compagno? Dybala
Si o no alla moviola in campo? No
Il bello del calcio? Le emozioni della domenica
Il brutto del calcio? Le delusioni
Una bandiera su tutte? Del Piero
Quale maglia vorresti indossare un giorno? Liverpool
Uno stadio nel quale ti piacerebbe giocare? Visto il mio cognome al Dall´Ara!

Concludiamo con un motto o una citazione!
" È una frase che dico prima della partita: per gioire bisogna saper soffrire."


scritto da Mezzolara Calcio

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account