18 Settembre 2020
Interviste

INTERVISTA AL PORTIERE MATTEO MALAGOLI

Archivio Interviste
22-10-2016 - Intervista a MATTEO MALAGOLI
Nome: Matteo
Cognome: Malagoli
Ruolo: Portiere
Data di nascita: 2 Gennaio 1995

Per iniziare parlaci un po´ di te fuori dal campo di gioco!
" Mi reputo un ragazzo tranquillo, mi piace passare il tempo con gli amici, magari andando fuori a cena.
Il calcio è una costante delle mie giornate e quando non mi alleno, seguo la nostra Serie A."
Un pregio e un difetto del tuo carattere?
" Sono un ragazzo generoso che cerca sempre di aiutare gli altri, che siano amici o compagni di squadra ma sono anche permaloso!"
Raccontaci la tua storia nel mondo del calcio?
" A sei anni ho iniziato a giocare nel Barca Reno, avevo come mito Gianluigi Buffon ma non ho indossato fin da subito i guantoni da portiere. A dieci anni sono andato nel Bologna e qui sono arrivato fino alla prima squadra con sedici panchine in Serie A e due in Coppa Italia e ho avuto come allenatori Baldini, Colucci, Boschin e Pagliuca. Per la stagione 2013-14 ho firmato il mio primo contratto da professionista nel Bologna ma nel momento più bello, mi sono rotto il legamento crociato anteriore del ginocchio. Era il Maggio del 2014 e per me è stato il momento più difficile della mia carriera."
Come lo hai superato?
" Ricordo la fatica nel riprendere gli allenamenti, è stato un periodo molto duro per me ma il supporto della mia famiglia insieme ad amici e addetti ai lavori del Bologna, mi ha aiutato a superare il momento e a ritrovare la fiducia di cui avevo bisogno. Ad inizio 2015 sono approdato nella rosa del Mantova in Lega Pro e la scorsa stagione ho mantenuto la categoria vestendo la maglia del Santarcangelo."
Veniamo alle cose positive: raccontaci la gioia più bella!
" Senza dubbio la mia prima panchina in Serie A per Fiorentina-Bologna. È una gioia e un´emozione che porto dentro."
Un rimorso!
" Ho fatto la scelta di andare al Mantova anche se sapevo di non aver recuperato a pieno la mia condizione fisica. Pensandoci ora, credo sarebbe stato meglio rimanere a Bologna."
Nello scorso numero Roberto Busi ci ha detto che per te Mezzolara deve essere un punto di partenza. Cosa ti aspetti da questa stagione?
" Ho letto l´intervista del nostro preparatore e devo dire che con lui mi trovo molto bene. Qui a Mezzolara ho l´occasione di rimettermi in gioco insieme ad una squadra giovane, unita che affronta tutti a viso aperto senza paura ma con voglia."
Una frase da dedicare al tuo compagno di reparto Giacomo Zapparoli.
" Giacomo è un ragazzo molto giovane, sta migliorando e in prospettiva futura, sarà un grande portiere. In allenamento "ci da come un matto", non si tira mai indietro e mi dice che sta imparando anche grazie a me."
Com´è stato l´impatto con la Società Mezzolara e con i suoi tifosi?
" Sono di Bologna e conoscevo già la realtà Mezzolara fatta di tanti anni di Serie D. So di essere in una Società seria e, quando è arrivata la chiamata di Calzolari, mi sono fidato ciecamente e sono contento di vestire questa maglia. Sono un 1995, sicuramente un giovane, ma in questa squadra posso definirmi uno dei vecchi!"
C´è qualcosa che ti ha colpito di questo ambiente?
" Noi giocatori facciamo parte di una realtà famigliare, siamo entrati nella Famiglia Mezzolara più che nella Società Mezzolara. Questa atmosfera la sentiamo e la viviamo fin dai primi giorni della preparazione."
Chi è il "personaggio" dello spogliatoio?
" Come ha detto il capitano, sicuramente Carlos è il personaggio del nostro spogliatoio; fa ridere e tiene unito il gruppo oltre ad essere un grande professionista. Ha la testa di un bambino ma quando è in campo, è un
grande difensore!"
Come ci descrivi i tre reparti della squadra?
" La difesa è molto forte, abbiamo due centrali di esperienza e fino ad ora abbiamo preso pochi gol, ad essere precisi quattro partite senza subire reti. Anche per me questo è un motivo di orgoglio. Il centrocampo recupera molti palloni e nel mezzo siamo degli autentici guerrieri. Per finire, l´attacco si è sbloccato con i tre gol della partita casalinga contro l´Adriese, è un reparto giovane, rapido e grintoso."
Una canzone da dedicare alla squadra.
" La canzone "Eye Of The Tiger" dei Survivor."
Un buon portiere deve avere...
" La testa e la concentrazione. Non deve esaltarsi dopo buone prestazioni e allo stesso tempo, non deve farsi abbattere dopo partite meno brillanti. Un portiere deve avere un equilibrio stabile su cui contare."
Matteo che portiere è?
" Sono forte tra i pali, bravo nelle uscite e cerco di dare sempre molta sicurezza al mio reparto difensivo."
A chi vorresti parare un rigore?
" A Francesco Totti."
Come vivi il pre-partita?
" Sono molto tranquillo anche se sento la partita. Parlo sempre con i miei compagni, faccio battute e mi confronto con loro."
La dura legge del calcio?
" Quando vinci sei stato bravo anche se non hai fatto una grande partita e quando perdi non sei stato all´altezza dell´avversario anche se hai fatto una grande partita. È un controsenso ma purtroppo è così, alla fine è il risultato finale che conta!"
Una frase che ripete spesso il preparatore Busi?
" Usa la seconda mano!!"
L´esercizio più tosto che dovete fare in allenamento?
" Il Mister Busi prepara una decina di palloni davanti alla porta ed inizia a calciare una volta a destra e una sinistra con pochissimo tempo di recupero...dopo i dieci tiri, sono letteralmente sfinito!"
Hai un rito portafortuna prima di entrare in campo?
" Metto prima il guanto destro e poi il sinistro ed utilizzo sempre lo scalda muscolo bianco."
Per quale squadra tifi?
" Sono di Bologna e tifo per la squadra della mia città. Oltre ad averci giocato per diversi anni, mio papà è un grande tifoso e mi ha portato allo stadio fin da piccolo."
Da spettatore, cosa ti piace del calcio?
" I miei occhi sono sempre sul portiere e sulle sue parate. Mi piacciono i rigori e anche dalla semplice osservazione di una partita, imparo qualcosa."
L´ultima volta che ti sei esaltato per una partita?
" È stata la prima vittoria tra i grandi, quando facevo parte della prima squadra ed ero in panchina! Finì 2-1 per il Bologna contro il Torino!"
Sogno nel cassetto?
" Poter giocare in Serie A con la maglia del Bologna."
Un giocatore delle nostra Serie A che ammiri?
" Fin da piccolo ammiro il nostro portierone Buffon. Devo avere ancora una maglietta XXS fatta da Decathlon con la scritta sul retro Buffon 1."
Una domenica senza calcio come la passeresti?
"Una domenica senza calcio...non è domenica! Però probabilmente la passerei insieme ai miei amici!"

Per concludere una serie di domande dalla risposta secca!
Chi vincerà il campionato di Serie A? Juventus
E la Champions League? Real Madrid
Il miglior Allenatore? Mourinho
Il miglior giocatore di oggi? Messi
Roma o Lazio? Roma
Milan o Inter? Inter
Juventus o Napoli? Juve
Un giocatore della Serie A che vorresti come compagno? Gonzalo
Higuain
Si o no alla moviola in campo? No
Il bello del calcio? Le vittorie
Il brutto del calcio? Le sconfitte
Una bandiera su tutte? Alex Del Piero
Quale maglia vorresti indossare un giorno? Naturalmente quella
del Bologna
Una Nazionale su tutte? Brasile
Uno stadio nel quale ti piacerebbe giocare? San Siro

Concludiamo con un motto o una citazione.
" Non c´è sconfitta nel cuore di chi lotta."


scritto da .

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account